Come ormai in molti ambiti di applicazione, vediamo come la tecnologia diventa ausilio importante e lo diventerà anche per chi presidia le rive di laghi e mari. La nostra Associazione ha contribuito all’acquisto di questo formidabile apparecchio, il drone marino, concepito ad hoc per il salvataggio in acqua.

Gli amici OPSA della CRI di Lecco, hanno avuto modo di provarli ed apprezzarli a Piona lo scorso autunno, e grazie allo sforzo comune nel 2022 saranno presenti sulle spiagge dell’Alto Lario quale aiuto all’attività di Salvataggio che portiamo avanti da 3 anni insieme.

Un ausilio importante per migliorare sempre!

Un impegno economico importante da parte della CRI Comprensorio Lecchese che porterà sicuramente beneficio all’attività di salvataggio in acqua nella prossima stagione.

In particolare, si tratta di un Dolphin1, distribuito dall’azienda Posidonia. Questo dispositivo è in grado di raggiungere un bagnante in difficoltà più rapidamente del più esperto dei nuotatori.

Può essere lanciato da 26 metri per arrivare alla persona che si trova in difficoltà. Riesce a trasportare fino a due persone contemporaneamente, se entrambe coscienti; altrimenti è necessario che una delle due sia un operatore specializzato nel salvataggio acquatico. Può raggiungere una velocità di punta di 7,8 nodi, mantenendo la comunicazione fino a un range di 500 metri.